15/12/2020 -Dal 7 gennaio lezioni in presenza e lezioni a distanza – scheda n. 219 –

Le disposizioni del DPCM del 3.12.2020 sono efficaci fino al 15 gennaio 2021.

LE SCHEDE DELLO SNALS – SCHEDA n. 219  pdf

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 sull’intero territorio

nazionale, nelle scuole delle ZONE GIALLE si  applicano le seguenti misure:

  • Scuola dell’ Infanzia, scuola Primaria, Sc. Sec. di 1^ grado:

LEZIONI IN PRESENZA

  • Scuola sec. di 2^ grado:

LEZIONI A DISTANZA  per il 25% degli studenti,

LEZIONI IN PRESENZA per il 75% degli studenti.

Attenzione. E’ sempre il collegio docenti che, adottando forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica ai sensi degli articoli 4 e 5 del DPR 8 marzo 1999, n. 275, è chiamato a fissare criteri e modalità per erogare la didattica digitale integrata.

Dal 7 gennaio 2021  le Scuole superiori,  collocate nelle cosiddette zone gialle, organizzano la presenza a scuola per il 75 per cento degli studenti,  con le seguenti precisazioni :

  • organizzare gli alunni in presenza per classi, per classi parallele, per indirizzi… ,
  • garantire le attività di laboratorio e di inclusione scolastica degli alunni con disabilità o con bisogni educativi speciali,
  • modulare il piano di lavoro del personale ATA, gli orari delle attività didattiche per docenti e studenti, nonché degli uffici amministrativi.

– È obbligatorio l’uso della mascherina, salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.

– Le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado continuano a essere svolte solo con modalità a distanza.

– Sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, nelle scuole di ogni ordine e grado, fatte salve le attività inerenti i percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO).

– E’ sospeso lo svolgimento delle prove preselettive e scritte delle procedure concorsuali pubbliche.

– Il prefetto  assicura e monitora l’esecuzione delle misure.