29/05/2020 – Esami di Stato nel 2^ciclo di istruzione – scheda 204 –

3. LE COMMISSIONI D’ESAME

Normativa di riferimento : Decreto n. 10 del 16 maggio 2020

LE SCHEDE DELLO SNALS

scheda Snals n. 204

Commissioni d’esame

 Le commissioni d’esame sono costituite da due sottocommissioni, costituite ciascuna da sei commissari appartenenti all’istituzione scolastica sede di esame, con presidente esterno unico per le due sottocommissioni.  I commissari sono designati dai competenti consigli di classe

Sostituzione dei componenti delle commissioni

La partecipazione ai lavori delle commissioni dell’esame di Stato da parte del presidente e dei commissari rientra tra gli obblighi inerenti allo svolgimento delle funzioni proprie dei dirigenti scolastici e del personale docente della scuola.

 Non è consentito ai componenti le commissioni di rifiutare l’incarico o di lasciarlo, salvo nei casi di legittimo impedimento per motivi che devono essere documentati e accertati.

 Il personale utilizzabile per le sostituzioni, con esclusione del personale con rapporto di lavoro di supplenza breve e saltuaria, deve rimanere a disposizione dell’istituzione scolastica di servizio fino al 30 giugno 2020.

5. In caso di sostituzione di un componente la commissione, si procede secondo il seguente ordine di priorità:

            a) docente della medesima disciplina o di disciplina affine;

b) incarico di supplenza per la durata degli esami di Stato a docente della disciplina o di disciplina affine. 

Nel solo caso in cui non sia possibile individuare i docenti di cui alle precedenti lettere, si ricorre ad un docente di altra disciplina del consiglio di classe corrispondente alla sottocommissione;

poi ad un docente in servizio presso l’Istituzione scolastica sede d’esame; infine ad un docente cui affidare incarico di supplenza per la durata degli esami di Stato.

Durante l’espletamento del colloquio, nell’ipotesi di assenza non superiore a un giorno dei commissari, sono interrotte tutte le operazioni d’esame relative al giorno stesso.

In ogni altro caso di assenza, il commissario assente è tempestivamente sostituito per la restante durata delle operazioni d’esame.

Riunione plenaria e operazioni propedeutiche

1. Il presidente e i commissari delle due classi abbinate si riuniscono in seduta plenaria presso l’istituto di assegnazione il 15 giugno 2020 alle ore 8:30.

Il presidente o, in sua assenza, il componente più anziano di età, dopo aver verificato la composizione delle commissioni e la presenza dei commissari, comunica i nominativi dei componenti eventualmente assenti all’USR. Fissa i tempi e le modalità di effettuazione delle riunioni preliminari delle singole sottocommissioni.

3. Il presidente, durante la riunione plenaria, sentiti i componenti di ciascuna sottocommissione, individua e definisce gli aspetti organizzativi delle attività delle sottocommissioni determinando, in particolare, in base a sorteggio, l’ordine di precedenza tra le due sottocommissioni e, all’interno di ciascuna di esse, quello di convocazione dei candidati medesimi secondo la lettera alfabetica. Il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere superiore a cinque, salvo motivata esigenza organizzativa.

 Al termine della riunione plenaria, mediante affissione all’albo dell’istituto sede d’esame il presidente della commissione dà notizia del calendario dei colloqui e delle distinte date di pubblicazione dei risultati relativi a ciascuna sottocommissione.

Riunione preliminare della sottocommissione

1. Per garantire la funzionalità della sottocommissione in tutto l’arco dei lavori, il presidente può delegare un proprio sostituto scelto tra i commissari, ove possibile unico per le due sottocommissioni. Sceglie anche  un commissario quale segretario di ciascuna sottocommissione, con  compiti di verbalizzazione dei lavori collegiali. 

Nella seduta preliminare ed eventualmente anche in quelle successive, la sottocommissione prende in esame gli atti e i documenti relativi ai candidati interni.

 In sede di riunione preliminare, la sottocommissione definisce, altresì:

            a) le modalità di conduzione del colloquio;

            b) i criteri per l’eventuale attribuzione del punteggio integrativo, fino a un massimo di cinque punti, in considerazione del processo formativo e dei risultati di apprendimento conseguiti sulla base della programmazione svolta, (art. 1, co. 6 del Decreto legge)  nonché per i candidati che abbiano conseguito un credito scolastico di almeno cinquanta punti e un risultato nella prova di esame pari almeno a trenta punti;

            c) i criteri per l’attribuzione della lode.

 Tutte le deliberazioni sono debitamente motivate e verbalizzate.

___________________________

Questa è la terza di cinque schede di sintesi sulle novità introdotte quest’anno a causa della pandemia da Covid-19.

Il progetto prevede:

1. PREMESSA                                                                      scheda 202

2. ADEMPIMENTI PRIMA DELL’ESAME                       scheda 203

3. LE COMMISSIONI D’ESAME                                        scheda 204

4. L’ESAME                                                                          scheda 205

5. OPERAZIONI DI VALUTAZIONE FINALE                scheda 206