17/03/2020 – Al tempo del coronavirus esistono ancora le relazioni sindacali? – Scheda n. 192 –

LE SCHEDE DELLO SNALS n. 192

… INFORMATA LA RSU …

Al tempo del coronavirus esistono ancora le relazioni sindacali?

            Con la sospensione delle attività didattiche si sono rese necessarie le modifiche al piano ATA con “ l’obiettivo di limitare allo stretto necessario lo spostamento delle persone al fine di contenere la diffusione dell’epidemia Covid-19”. Prevedono turnazioni e altre modalità di organizzazione del lavoro.  Le predette prestazioni  saranno rese, informata la RSU … (Nota MI 323/2020) . Ma che significa veramente questa frase? Che il DS decide tutto autonomamente e prima o dopo –bontà sua – informa la RSU? No.

            Innanzitutto va sottolineato che a livello di Scuola le relazioni sindacali si svolgono tra il DS, la RSU e le OOSS  firmatarie del CCNL/2018. Quindi, il DS informa la RSU e le OOSS.

            E l’informazione, nel caso di specie , non basta perché l’informazione è solo il presupposto per il corretto esercizio delle relazioni sindacali. L’informazione è finalizzata:

1. all’informazione tout-court (nel senso che su alcune materie si ha diritto solo all’informazione (pensate alla “proposta di formazione delle classi e degli organici”.

2. al confronto. Per alcune materie, ricevuta l’informazione, la parte sindacale può chiedere il confronto.  Per il caso di cui discutiamo è utile ricordare che sono materia di confronto con la RSU e le OOSS l’articolazione dell’orario di lavoro del personale ATA; i criteri riguardanti le assegnazioni alle sedi di servizio all’interno dell’istituzione scolastica; la promozione della legalità, della qualità del lavoro e del benessere organizzativo … .

3. alla contrattazione. Su altre  materie, dopo l’informazione, si passa alla contrattazione vera e propria, per concluderla con la stipulazione di contratti che obbligano reciprocamente le parti. Per il caso di cui discutiamo ricordiamo che sono materia di contrattazione l’attuazione della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro; i criteri e le modalità di applicazione dei diritti sindacali;  i criteri per l’individuazione di fasce temporali di flessibilità oraria in entrata e in uscita per il personale ATA;  i criteri generali per il diritto alla disconnessione;  i riflessi sulla qualità del lavoro e sulla professionalità delle innovazioni tecnologiche… .

            L’applicazione puntuale delle norme aiuta a non incorrere in comportamenti antisindacali. Del resto il sistema delle relazioni sindacali è lo strumento per costruire relazioni sindacali  il cui obiettivo comune prevenire i conflitti, migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti e  incrementare l’efficacia e l’efficienza dei servizi prestati.