26/09/2018 – Scheda 177 – fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa LE RISORSE Contratto Scuola 2016-2018-art. 40

Visualizza e stampa il testo in formato pdf 

Cominciano quest’anno con schede di approfondimento su alcuni aspetti contenuti nel nuovo CCNL/2018, in particolare quelli che riguardano il lavoro delle RSU.

A decorrere dall’anno scolastico 2018/2019, confluiscono in un unico fondo, denominato “Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa”, le seguenti risorse:

educazione fisica nell’avviamento alla pratica sportiva;

    • per la valorizzazione del  merito  del  personale  docente  (’art. 1, comma 126, della legge 13 luglio 2015, n. 107) , ferma rimanendo la relativa finalizzazione a favore della valorizzazione del personale docente sulla base dei criteri individuati dal comitato per la  valutazione  dei  docenti (art. 22, comma 4, lettera c), punto c4) del CCNL/2018 – ;  comma 127, della legge n. 107/2015;
  1. NB. I due commi citati sono riportati di seguito:co. 592 legge n. 205/2017. Al fine di valorizzare la professionalità dei  docenti  delle istituzioni scolastiche statali,  e’  istituita  un’apposita  sezione nell’ambito del fondo per il  miglioramento  dell’offerta  formativa, con uno stanziamento di 10 milioni di euro per  l’anno  2018,  di 20 milioni di euro per il  2019 e di 30 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020.co. 593 legge n. 205/2017.  Per  l’utilizzo  delle  risorse  di  cui  al  comma  592   la contrattazione, anche mediante eventuali  integrazioni  al  contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) di riferimento, e’  svolta  nel rispetto dei seguenti criteri ed indirizzi:

NB. Al fine di finanziare quota parte degli incrementi della retribuzione professionale

docente  il Fondo è ridotto stabilmente,

  • per l’anno 2018 di 80,00 milioni di Euro,
  • a decorrere dal 2019 di 100 milioni di Euro,

anche a valere sulle disponibilità del fondo per la valorizzazione del  merito  del  personale  docente  (art. 1, comma 126 della legge n. 107/2015)  in misura pari a 70 milioni per il 2018, 50 milioni per il 2019 e 40 milioni a regime.